Torno Subito 2022

Torno Subito è il programma della Regione Lazio che finanzia il miglioramento delle conoscenze, competenze e abilità professionali di studenti e laureati e il successivo reimpiego delle stesse all’interno del tessuto produttivo regionale.

Obiettivi

  • favorire l’acquisizione di competenze di eccellenza, sostenendo l’alta formazione attraverso percorsi di studio e di esperienza lavorativa e al tempo stesso permettere di sviluppare importanti relazioni in contesti nazionali e europei;
  • promuovere l’impiego delle competenze e delle esperienze nel contesto regionale, aumentando le opportunità per un’occupazione qualificata in risposta alle esigenze dell’economia regionale per una crescita intelligente, sostenibile e solidale;
  • contribuire a ridurre la distanza tra domanda e offerta di lavoro, consentendo ai giovani di costruire percorsi di carriera funzionali alle loro necessità di crescita e specializzazione in particolari ambiti professionali;
  • sostenere occasioni di crescita individuale dei giovani attraverso scelte consapevoli per il proprio futuro che favoriscano l’attivazione di percorsi di autonomia e partecipazione;
  • consentire alle imprese, al mondo del terzo settore, della ricerca, di internalizzare competenze di eccellenza anche sulla base di esperienze condivise di formazione e lavoro.

Chi può partecipare

Cittadini italiani e stranieri, di età compresa tra 18 e 35 anni, residenti nel Lazio, inoccupati o disoccupati, che si trovano in una delle seguenti condizioni:

  • studenti universitari;
  • laureati (laurea triennale; laurea magistrale; laurea vecchio ordinamento);
  • diplomati ITS;
  • diplomati in possesso di un diploma di studi direttamente afferente ai seguenti ambiti: cinema, audiovisivo, spettacolo e musica, beni culturali e turismo, enogastronomia, sport e qualità della vita;
  • altri diplomati con un diverso diploma di studi ma obbligatoriamente in possesso di una qualifica professionale direttamente afferente ai seguenti ambiti: cinema, audiovisivo, spettacolo e musica, beni culturali e turismo, enogastronomia, sport e qualità della vita.

Come si articola

I progetti presentati dai singoli candidati si articolano in 2 fasi

FASE 1 – da svolgere fuori dal territorio della regione Lazio, in altre regioni italiane, Paesi UE, altri Paesi Europei ed extra europei, finalizzata ad acquisire maggiori conoscenze, competenze e abilità professionali attraverso un’attività formativa o un’esperienza in ambito lavorativo (stage, training on the job) da svolgere presso un Soggetto ospitante-partner che può essere un’ università, ente di ricerca, organizzazione, pubblica o privata, già individuata in fase di presentazione della domanda;

FASE 2 – da svolgere obbligatoriamente nel territorio della regione Lazio, finalizzata al reimpiego delle competenze acquisite attraverso la realizzazione di un tirocinio presso un partner individuato già in Fase di presentazione del progetto. Il soggetto ospitante-partner che può essere una università o ente di ricerca, un’organizzazione pubblica, un’azienda privata, un’associazione no profit ecc.

I tirocini dovranno essere attivati secondo una delle due seguenti modalità:

  • il tirocinio curriculare e il tirocinio formativo e di orientamento, nel caso di studenti universitari, andrà attivato dalle Università in conformità con quanto previsto dal relativo Regolamento d’Ateneo;
  • negli altri casi, il tirocinio extracurriculare andrà attivato presso un Centro per l’Impiego (CPI) o presso altro soggetto promotore attivo sul territorio regionale.

Ciascun progetto deve fare riferimento ad una delle seguenti linee progettuali

Linea progettuale 1-Torno Subito Formazione

Linea progettuale 2-Torno Subito Work Experience

Agevolazione

In caso di approvazione della candidatura, la Regione Lazio provvederà ad assicurare al candidato:

  • la copertura integrale del costo di partecipazione al corso di alta formazione o master
  • il rimborso forfettario delle spese di vitto, alloggio e viaggio (i.e. per l’Abruzzo è previsto un rimborso mensile per le spese di vitto e alloggio pari a 540,00 euro) – per il viaggio è riconosciuto un contributo una tantum di 180,00 euro per partecipante.
  • assicurazione sanitaria, nel caso in cui la FASE 1 venga svolta all’estero, fino ad un massimo di 500,00 euro;
  • polizza fideiussoria (3% dei costi relativi alla Fase 1) – la polizza deve essere necessariamente stipulata da parte del destinatario prima dell’avvio dell’attività progettuale a garanzia dell’importo da ricevere come anticipo della sovvenzione;
  • servizi di assistenza e accompagnamento per persone con disabilità, fino ad un massimo di 7.000,00 euro;
  • indennità mensile di tirocinio per la Fase 2 pari a 800,00 euro (lordi mese per 3 mesi)

I corsi dei nostri partner

Scopri i corsi dei nostri partner che offrono concrete opportunità di lavoro e tenuti da professionisti vicini al mondo del lavoro, non da enti improvvisati.

Richiedi maggiori infomazioni

    Seleziona il corso a cui sei interessato: